Come definire i debiti legalmente - Confcontribuenti Italia

( Associazione a tutela dei Debitori )
Vai ai contenuti

Menu principale:

Come definire i debiti legalmente

Assistenza Debitori



Vuoi chiudere i tuoi debiti?

Ecco 3 soluzioni

 

La realtà dei debiti

Negli ultimi anni la nostra vita economico/finanziaria è molto cambiata. Abbiamo acquistato sempre di più, tutto è diventato necessario ed irresistibile: la nuova auto, la casa, l’arredamento, la moto, il computer, il televisore, il telefonino ecc.., e così mutui, cambiali , finanziamenti, fidi e carte di credito sono entrati a far parte della nostra vita.

Le rate aumentano, il lavoro diminuisce o scompare ed all'improvviso ci si trova nell'impossibilità di continuare ad onorare gli impegni presi e di conseguenza cominciano i problemi.


La conseguenza dei debiti incagliati

Tutto inizia con una raccomandata, poi le continue telefonate fatte anche ai vicini di casa ed al datore di lavoro. Poi arriva il decreto ingiuntivo, il precetto, il pignoramento e la vendita all'asta delle proprietà, senza dimenticare il pignoramento del quinto dello stipendio o della pensione, il blocco dei soldi depositati su libretti di risparmio e conti correnti, il fermo amministrativo di auto e mezzi di lavoro.


Le pressioni dei creditori

Quando un debito non viene più pagato, i creditori possono recuperare i loro soldi con le varie procedure previste dalla legge, ma non possono asillare, intimidire ed umiliare il debitore il quale, se aveva i soldi, avrebbe continuato a pagare regolarmente.

Chi non può più pagare i debiti non é un delinquente, ma una persona da aiutare, trovandogli la migliore soluzione per uscire definitivamente dalle difficoltà tenendo conto del suo attuale stato economico e del fabbisogno della sua famiglia.





1^ SOLUZIONE PER CHIUDERE I DEBITI

(Controllare se sei vittima di Usura bancaria)


Ormai è fatto consolidato che Banche, Finanziarie ed Equitalia si arricchiscono a danno dei cittadini e delle aziende utilizzando metodi e pratiche illegali come l'Usura bancaria.


Cos'é l'Usura Bancaria

E ' una pratica punita penalmente e consiste nel fornire prestiti di denaro a tassi di interessi superiori al limite legale stabilito dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. (artt. 644 p.c. - legge 108/96 e sue modifiche).


Cosa bisogna fare per scoprire se la Banca/Finanziaria é onesta

Bisogna richedere una Perizia Econometrica


Cos'è la Perizia Econometrica

E' la procedura attraverso la quale un professionista del settore (avvocato, commercialista, esperto contabile), controlla il contratto di finanziamento e ricalcola gli interessi attivi e passivi applicati dall'Istituto di Credito, allo scopo di verificare la presenza di abusi ed illeciti.


Cos'è la Pre/Analisi

La Perizia é preceduta da una pre/analisi che si effettua sui contratti e sulle ricevute di pagamento. Quando la pre/analisi da esito positivo il cittadino decide se richiedere la Perizia definitiva.

La pre/analisi é gratuita, ma é riservata solo ai nostri associati.  Scarica il modello di adesione cliccando qui


Chi deve richiedere la Perizia Econometrica

-Chi ha un debito incagliato 

-Chi é a rischio di recevere o ha già ricevuto  Decreti Ingiuntivi e Pignoramenti

-Chi ha in corso vendite all'asta delle proprietà

-Chi ha ottenuto un mutuo

-Chi ha ottenuto un qualsiasi prestito

-Chi ha ottenuto un affidamento in C/C

-Chi ha ottenuto una cessione del quinto


Quali sono i benefici di chi riceve una Perizia Positiva

-Può richiedere la restituzione dei soldi che ha versato ingiustamente

-Puo fare trattative con la banca per compensare i debiti incagliati

-Può fare opposizione a decreti ingiuntivi e pignoramenti

-Puo richiedere la sospensione delle vendite all'asta

-Può denunciare penalmente i responsabile (Usura)

-Può accedere al prestito del fondo antiusura (artt. 14/15 della legge 108/96)

-Ha benefici maggiori nelle procedure di chiusura debiti a saldo e stralcio

-Guadagna tempo importante per riorganizzare la sua posizione finanziaria

 

Quanto tempo serve per ricevere l'esito della Perizia Econometrica

-La pre/analisi viene eseguita in 3 giorni

-La Perizia dettagliata e definitiva viene eseguita in 8 giorni


Quanto bisogna versare per richiedere la Perizia dettagliata e definitiva sui contratti di Mutuo/Prestito

€ 400,00 - il 50% di sconto agli associati = € 200,00

Dopo aver ricevuto la perizia, cosa accade

Bisogna recuperare i soldi versati ingiustamente e intraprendere tutte le iniziative necessarie per definire gli eventuali problemi. La nostra associazione procedera con 2 metodi uno consecutivo all'altro e cioé:

-Inizialmente, in via extra Giudiziale, patteggierà con la banca richiedendo la restituzione dei soldi versati ingiustamente o la compensazione con eventuali tuoi debiti incagliati

-Se la banca non accetta l'accordo si dovrà iniziare una causa.



Procedura per richiedere la pre/analisi di Perizia

1)La pre/analisi é gratuita, ma é riservata ai nostri associati.   Scarica il modello di adesione cliccando qui

2)Invia modello di adesione + copia del versamento + copia del documento fronte retro + copia della documentazione da esaminare ad: info@confcontribuentitalia.it

Nei succesivi 3 giorni riceverai l'esito della pre/analisi al tuo indirizzo email, così potrai decidere se richiedere la perizia definitiva.



Procedura per richiedere la Perizia definitiva

1)Scarica il modello di adesione  Cliccando qui

2)Invia modello di adesione + copia del versamento + copia del documento fronte retro + copia del contratto di mutuo/prestito+piano di ammortamento+allegati a: info@confcontribuentitalia.it

Nei succesivi 8 giorni invieremo l'esito della Perizia al tuo indirizzo email, mentre l'originale ti sarà spedito a mezzo posta prioritaria.





2^ SOLUZIONE PER CHIUDERE I DEBITI

Accedere ai benefici concessi dalla legge n° 3 del 2012

(Composizione della crisi da sovraindebitamento)


Questa legge 3/2012, é stata varata per aiutare i consumatori e le imprese indebitate (non fallibili), che non hanno la stessa possibilità delle aziende le quali, per definire e chiudere i loro debiti, possono dichiarare fallimento e poi ricominciare da capo.

I consumatori, invece, sono costretti a fronteggiare i debiti fino alla fine, a volte perdendo anche le proprietà acquistate con sacrifici ed anni di lavoro.


Finalità della Legge.

Al fine di porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento, il debitore, con l'ausilio di un "Organismo di Composizione della Crisi", può concludere un accordo nell'ambito di una procedura denominata "Composizione della crisi da sovra indebitamento", la quale permette di soddisfare i creditori, con pagamenti ridotti e rateali, senza trascurare il reale fabbisogno della propria famiglia del debitore.


Cos'é il sovraindebitamento

Per "sovraindebitamento" si intende una situazione di perdurante squilibrio tra i debiti assunti e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, associata alla definitiva incapacita' del debitore ad adempiere regolarmente le proprie obbligazioni.


Quali debiti sono esclusi dai benefici della legge 3/2012.

I debiti assunti per esigenze aziendali.


Benefici ammessi dalla legge 3/2012.

Chiusura e notevole riduzione dei debiti, con la possibilità di pagarli ratealmente ed in proporzione alle reali possibilità del debitore ed ai fabbisogni della sua famiglia.

Chi beneficia di questa legge potrà ottenere dal Giudice la cancellazione delle sue referenze da tutte le banche dati, potendo così riorganizzare la sua vita personale, familiare e lavorativa.


Cosa devi fare per sapere se hai i requisiti previsti dalla legge 3/2012

1)Visiona la Nota esplicativa   Cliccando qui

2)Visiona il testo della legge  Cliccando qui

3) Scarica il modello di adesione cliccando qui

4)Effettua il versamento della quota associativa ed invia il modello di adesione + copia del versamento + copia del documento di riconoscimento fronte retro + documentazione dei debiti ad: info@confcontribuentitalia.it

5)Nelle successive 24 ore riceverai l'esito al tuo indirizzo email e sarai contattato da un nostro consulente che ti comunicherà se possiedi i requisiti necessari per essere ammesso ai benefici previsti dalla legge, così potrai decidere se attivare la procedura di composizione della crisi da sovraindebitamento


Procedura per richiedere i benefici della legge 3/2012

1)Scarica il modello per richiedere l'attivazione   Cliccando qui

2)Effettua il versamento ed invia il modello di adesione + copia del versamento a info@confcontribuentitalia.it



Cosa faremo noi

-Prepareremo l'istanza da presentare al Giudice competente affinché nomini un professionista che assuma la funzione di Organismo di Composizione della Crisi (OCC)

-Coopereremo con il professionista nominato dal Giudice per una rapida definizione della pratica



                               




3^ SOLUZIONE PER CHIUDERE I DEBITI

(Il Saldo e stralcio)



Cos'é il saldo e stralcio

Il saldo e stralcio é una trattativa privata tra il debitore moroso ed il creditore i quali, dopo aver valutato le reciproche convenienze, si accordano e sottoscrivono un contratto finalizzato alla chiusura di una posizione negativa per entrambi.

Il saldo e stralcio non è una procedura per non pagare i debiti, ma è riservata agli indebitati che non sono più in grado di pagare, ma hanno l'interesse di chiudere le morosità.

In poche parole il saldo e stralcio serve a chiudere definitivamente un debito ottenendo una notevole riduzione, esempio: se il debito è di € 10.000,00 e si chiude con € 4.000,00 si ottiene uno sconto del 60% (con i giusti presupposti è possibile ottenere riduzioni maggiori).


Quali sono i vantaggi del saldo e stralcio:

1)Il debitore può chiudere i suoi debiti pagando una somma di danaro inferiore a quella dovuta, evitando l'aumento del debito a causa degli interessi e delle penalità.

2)Il creditore entrerà subito in possesso di una somma in danaro che, anche se inferiore a quella reale, gli eviterà di affrontare lunghe e costose controversie Giudiziali che non sempre gli garantiscono il recupero della somma dovuta.


Quali debiti si possono chiudere con il saldo e stralcio

Mutui, prestiti personali, leasing, esposizioni in Conto Corrente, debiti da carte di credito, debiti verso privati, debiti verso società di utenze domestiche ecc..


Quando si può proporre il saldo e stralcio

Dopo aver ricevuto la revoca di un affidamento, la decadenza del beneficio del termine, la messa in mora;


Cosa devi fare per sapere se puoi proporre la trattativa

1)Devi associarti per richiedere una pre/analisi che accerti se possiedi i requisiti necessari per il saldo e stralcio. Il costo della tessera è di € 50,00 (tessera valida 12 mesi senza obbligo di rinnovo) scarica il modello di adesione cliccando qui

2)Effettua il versamento della quota associativa ed invia il modello di adesione+copia del versamento+copia del documento di riconoscimento fronte retro+copia della documentazione relativa ai debiti che si vogliono definire a: info@confcontribuentitalia.it

3)Nelle successive 24 ore  sarai contattato da un nostro consulente a te dedicato che ti prospetterà l'interà operatività del saldo e stralcio.

 
Cosa faremo noi

-Prepareremo il piano da proporre al creditore, secondo le tue reali possibilità di pagamento, senza trascurare i fabbisogni della tua famiglia

-Effettueremo tutte le trattative necessarie per una rapida definizione della pratica


I nostri consigli finali

Cosa non devi fare

Se decidi di chiudere i debiti, non devi essere tu a gestire le trattative, perchè sei la parte più debole ed é facile demolire il tuo equilibrio interiore.


Cosa devi fare

Devi dare l'incarico di gestire i tuoi debiti ad un  Professionisti esperto nel settore

Se ci darai l'incarico, sarai affiancato da un consulente a te dedicato che ti seguirà in tutta la procedura e agirà secondo le tue direttive.



Contatta il Centro Anomalie Finanziarie



























 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu